LAREGIONE, 30.1.2016: “Quando la libertà sconfina nell’inciviltà”

Da La Regione di Sabato 30 gennaio 2016

Proprio in queste settimane, mentre impazzano i Carnevali locali, amministratori e servizi comunali e privati cittadini stanno sulle spine: temono vandalismi, imbrattamenti, risse e comportamenti che nulla hanno a che vedere con il sano divertimento.
Purtroppo, anche se con minore intensità, questi comportamenti si riscontrano tutto l’anno: ad ogni evento si lascia sul campo di tutto e di più, nel dispregio del luogo (pubblico o privato che sia) e degli addetti all’ordine e alla
pulizia. Si sono perse quelle poche ma solide regole del buon comportamento che hanno quale fondamento una semplice bussola: ‘La mia libertà finisce dove comincia quella degli altri’.
Nel 2011, l’Ufficio federale dell’ambiente (Ufam) ha valutato i costi di pulizia supplementari causati dall’abbandono di rifiuti di ogni genere sul suolo pubblico (littering): 144 milioni di franchi per i Comuni, la metà imputabili al recupero di imballaggi per cibo e bevande o altri utensili legati alla ristorazione da asporto, 53 milioni per ripulire piazze, vie, strade e prati dai mozziconi di sigarette. Qualcosa come 111 franchi per abitante l’anno! Un costo sostenuto dalla collettività e pure dai cittadini disciplinati.

Leggi l’articolo completo (PDF, prima pagina) (PDF, pagina interna)