LaRegione, 9.1.2016: “Una città a vocazione sportiva”

Da LaRegione del 9 gennaio 2016

Lugano è una città a vocazione altamente sportiva. Non a caso tanti anni fa, per soddisfare questa esigenza, fu concepito e realizzato il Dicastero dello sport. Un’idea lungimirante, visto e considerato che la richiesta di attività sportive e di strutture adeguate alla loro pratica si è vieppiù accresciuta negli ultimi
tempi con i processi aggregativi e il conseguente incremento demografico. Ed anche nel corso del 2016 non mancherà il lavoro per far fronte alle aspettative. «È vero – conferma il municipale Michele Bertini –. Ci sarà ancora molta carne al fuoco per progetti nuovi, investimenti e opere già approvati o da proporre». Non ci si può, innanzitutto, non focalizzare sulla procedura relativa a quella che vuole essere la “madre” di tutte le opere, ossia il polo sportivo a Cornaredo.

Sul finire dello scorso anno, il Municipio ha lanciato ufficialmente il suo appello ai potenziali investitori privati, essendo la loro collaborazione di vitale importanza per realizzare non solo il nuovo stadio e il palazzetto dello sport, ma anche le strutture per altri eventi (musicali, commerciali ecc). I privati interessati sono invitati a proporsi in anticipo a un concorso pubblico inteso a selezionare il partner della Città e ad annunciarsi entro la fine del corrente mese di gennaio. «Abbiamo scelto questa strategia – ricorda Bertini – sulla base di quanto è stato fatto a Thun e a Lucerna. Ma è stato opportuno procedere così per permettere al Football Club Lugano di ottenere la licenza in prima istanza».

Leggi l’articolo completo (PDF)